IT    EN   DE   
Scuola Pianeta Lingue Mendrisio
ultimo aggiornamento: 01.05.2017

La carta dei principi di Pianeta Lingue

1. ELEMENTI DI BASE

1.1. Scopi

Effettuare traduzioni e soprattutto corsi e soggiorni per l'apprendimento di inglese, tedesco, francese, italiano, spagnolo, russo e arabo strutturati in piccoli gruppi e con programmi mirati, in base alle esigenze e le potenzialitą degli studenti, per realizzare i principi alla base della nostra scuola, conformemente ai criteri di qualitą di Eduqua.

1.2. Principi

Attraverso l'apprendimento delle lingue cerchiamo di realizzare questi 3 principi in un clima di positivitą:

1) L'apertura multiculturale verso l'Altro:

Il confronto multiculturale e interculturale permette di servirci della lingua come di un mezzo, un trampolino, con cui studenti ed insegnanti di varia cultura possano stimolare uno scambio che arricchisca reciprocamente la capacitą di rapporto con l'Altro. Come? Attraverso il confronto con usi e costumi, sensibilitą religiose, esperienze umane, scolastiche e professionali diverse. Non a caso, quindi, i docenti della nostra scuola hanno esperienze molto varie che li hanno portati a vivere, lavorare e studiare in tutto il mondo, in ambiti differenti. Gli insegnanti come gli allievi sono stimolati ad aggiornare continuamente non solo le proprie nozioni grammaticali o lessicali, ma anche le proprie possibilitą di relazione con l'Altro e con il mondo.

2) La cooperazione

La collaborazione sviluppa un rapporto interattivo e corresponsabile tra uno studente e l'altro o tra allievo e docente, come pure tra gli insegnanti, i direttori didattici e la direzione. In questo modo si vuole stimolare gli alunni ad interagire con l'insegnante e i compagni di corso. I nostri studenti sono soggetti attivi che scelgono con il docente orari, forme e contenuti delle lezioni. L'insegnante stimola quindi l'autoformazione favorendo l'autoapprendimento.

3) La praticitą

L'adattabilitą della forma e dei contenuti dei corsi a situazioni attuali, fornisce allo studente la possibilitą di inserirsi e agire nella realtą viva, attraverso le 4 capacitą di leggere, scrivere ascoltare e parlare. Ci proponiamo di sviluppare le 4 capacitą di base in modo operativo, in rapporto al mondo in cui si muove lo studente al di fuori del corso..Come? Tramite l'attualitą dei contenuti e delle situazioni e per mezzo di corsi adattati all'etą, alla formazione scolastica e alla professione degli allievi.

1.3. Obiettivi quadro:

Alla fine del corso l'allievo sarą riuscito non solo ad assimilare delle nozioni linguistiche, ma a svilupparle le opportunitą di sviluppo interculturale, cooperativo e pratico. Le mete dell'attivitą degli studenti sono organizzate e valutate in modo graduale secondo gli obiettivi europei del "portfolio", attraverso i livelli decisi dal Consiglio d'Europa (A1, A2, B1, B2, C1, C2) secondo il metodo naturale che sviluppa le 4 abilitą di base.

2. ELEMENTI DI SISTEMA

2.1.Programmi delle materie.

I programmi non cercano d'ignorare le divisioni culturali, ma di valorizzarle all'insegna della condivisione multiculturale. I corsi sono strutturati per offrire ai discenti gli elementi per preparare e conseguire i certificati di lingua europei nelle principali lingue: per l'inglese gli esami dell'Universitą di Cambridge, per il tedesco il Goethe Institut, per l'italiano quelli dell'Universitą per stranieri di Siena (C.I.S.L.), per il francese gli esami dell'Alliance Franēaise. Sono stati inoltre predisposti dei corsi in aziende, corsi di conversazione, corsi intensivi, corsi estivi di vacanza, soggiorni all'estero.

2.2.Metodi d'insegnamento, mezzi scolastici, strutture.

Per sviluppare un metodo d'insegnamento multiculturale, cooperativo e pratico favoriamo esperienze concrete come i soggiorni all'estero e utilizziamo la multimedialią. La multimedialitą offre una forma pratica e attuale ai mezzi didattici, incrementa l'immaginazione e l'autonomia dell'apprendimento e stimola l'autoformazione. Cerchiamo di diversificare, attualizzare e rendere pratici i mezzi delle lezioni tramite le forme di comunicazione pił varie. Ciascuna delle 3 aule č adeguatamente attrezzata.

2.3 Organizzazione dell'istituto

La direzione coinvolge attivamente i direttori didattici e i docenti nell'organizzazione della scuola valorizzando concretamente il loro impegno quantitativo e qualitativo. A loro volta i direttori didattici coinvolgono attivamente sia gli insegnanti, sia gli allievi nell'elaborazione del programma di apprendimento, favorendo la responsabilizzazione.

2.4. Gestione, management e preventivi

I prezzi delle lezioni sono quelli minimi rispetto alle altre offerte del mercato e sono presentati in modo chiaro e trasparente attraverso un apposito listino diversificato in base al tipo di corso e al numero dei partecipanti. Pur essendo indicato separatamente, il costo del materiale didattico č compreso nell'ammontare totale. I soggiorni all'estero e in Ticino sono allestiti senza l'intermediazione di agenzie di viaggio per limitare al minimo i costi e offrire agli utenti dei prezzi convenienti.

2.5 Assunzione e sviluppo del personale:

I formatori sono tenuti ad essere di madrelingua, ad avere un'adeguata preparazione socioculturale della lingua insegnata: gli studi universitari costituiscono un titolo preferenziale. Si richiede inoltre una conoscenza della realtą in cui gli studenti apprendono la lingua. I docenti devono inoltre disporre di una formazione specifica e di un'esperienza di almeno 3 anni nel campo dell'insegnamento linguistico a stranieri utilizzando lo stesso materiale didattico adottato dalla nostra scuola. Gli insegnanti sono tenuti a rinnovarsi e ad ammodernare i sussidi didattici attraverso corsi di aggiornamento interni o seminari esterni

2.6 Partnership:

Interagiamo con gli allievi, con la Direzione, il consulente del marketing, i consulenti esterni, i direttori didattici di varie lingue, il corpo insegnante, i genitori, le aziende, il Cantone, in un clima di collaborazione e professionalitą. Nel caso minorenni coinvolgiamo sempre i genitori. Nel caso di corsi in aziende o disoccupati, abbiamo presentato regolarmente un rapporto completo di frequenze e andamento del corso, test intermedi e finali.Per i soggiorni all'estero i nostri partner sono qualificati.

2.7 Controlling:

Le strutture delle lezioni sono pianificate all'inizio del corso e aggiornate in base ai test di controllo. Alla fine di ogni lezione il formatore effettua, un rapporto del lavoro svolto, di quello da svolgere e dei compiti a casa. Il raggiungimento degli obiettivi degli studenti sono continuamente controllati con dei test intermedi a metą corso e di verifica a fine corso. Sono previste periodiche visite degli insegnanti in classe da parte dei direttori didattici. Inoltre gli alunni stendono a fine corso un formulario in cui valutano la qualitą del corso e dell'insegnamento. Tali rapporti sono visionati sia dai direttori didattici sia dal direttore.

Approvato dal team di formatori
Settembre 2011

Pianeta Lingue SAGL – CH-6850 Mendrisio – informazioni +41 (0) 91 646 91 48 – info@pianetalingue.ch